Francesco Palmieri presenta Onda Web Radio

NAPOLI – A Pianura, in Via Comunale Grottole presso la Casa della Cultura e dei Giovani, giovedì 1° ottobre alle ore 19:00 si terrà la presentazione ufficiale di “Onda Web Radio”, la nuova emittente in streaming di Francesco Palmieri e Stefania De Francesco, patrocinata dal Comune di Napoli.

E’ un progetto nuovo, che oltre a trasmettere musica e programmi parlati per tutte le tipologie di ascolto, si presenta come una finestra sulla città di Napoli, in particolare il quartiere di Pianura. L’intento dell’attrice Stefania De Francesco e dello speaker Francesco Palmieri è infatti quello di coinvolgere i giovani che amano proporre la loro musica e che spesso non vengono considerati dalle radio locali, oltre a organizzare eventi, mostre, presentazioni di dischi e libri, interviste e incontri con grandi ospiti. Al riguardo abbiamo colto l’occasione per intervistare Francesco Palmieri, speaker del programma “Neapolis in Fabula“, condotto insieme a Stefania De Francesco.

Francesco Palmieri come nasce Onda Web Radio?

«L’idea nasce dalla volontà di dare maggior spazio ai giovani. Purtroppo molte volte nelle FM la categoria giovanile è penalizzata, nonostante tutto il materiale che arriva in studio. Noi ci proponiamo di dare ampia visibilità ai giovani.
Una volta nata l’idea abbiamo spedito il progetto al Comune di napoli, che ha subito accettato, dandoci spazio all’interno di Casa della Cultura a Pianura. La nostra idea è quella di dare voce anche a questo territorio, soprattutto attraverso questi ragazzi.»

La Casa della Cultura contiene molti spazi dedicati alla musica, è prevista una collaborazione anche con altri Enti?

«Me lo auguro, il percorso che ci si propone è proprio quello di creare un progetto chiuso, ciò vuol dire innanzitutto la possibilità di partecipare ad alcuni corsi di formazione musicali, poi è possibile anche incidere delle canzoni nella sala di registrazione a titolo gratuito, e perché no, per i più meritevoli far passare qualche pezzo in radio.»

Continuerà a condurre un programma con l’attrice Stefania De Francesco, come è nata questa collaborazione?

«Nel 2013 sono stato candidato a un evento tenutosi a Milano, il premio oscar destinato agli speaker radiofonici: ho vinto con il programma chiamato “Neapolis in fabula”, al quale però mancava una voce femminile. Essendo fan di Stefania partecipai a una sua conferenza, e una volta tornato a Napoli le chiesi un’intervista, le parlai della trasmissione, e fu proprio lei a proporsi come speaker. Abbiamo collaborato per un anno e mezzo su Radio Amore, e ora continuiamo a far coppia in Onda Web Radio, oltre a concerti e spettacoli che portiamo avanti insieme.»

Al proposito di Radio Amore, quali sono i suoi trascorsi con le FM?

«Io sono cresciuto con questa radio, ho iniziato a lavorare con loro nel lontano 1994, all’epoca si chiamava Radio Cuore, e successivamente assunse il nome che conosciamo oggi. Dal 2000 invece mi sono trasferito a Parma e ho collaborato con Radio Parma. Una volta tornato a Napoli purtroppo Radio Amore non aveva più disponibilità di programmi, ma continuai a lavorare con loro anche dietro le quinte. Dopo poco tempo fui nominato dalla stessa Radio per gli oscar di cui ho parlato prima».

Tornando a Onda Web Radio, come sarà strutturata?

BESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswyBESbswy

«Una radio web è molto differente da una FM, è sicuramente una radio più piccola, ma avendo più autonomia speriamo di darle gran visibilità attraverso i nostri mezzi. Lo spazio materiale di certo non manca, qui alla Casa della Cultura abbiamo ben due sale, più un cortile esterno dove sarà possibile organizzare degli eventi come degli Showcase, dove contiamo di attirare tanti ospiti. Un altro punto forte è la presenza del pubblico in sala, la quale assicura una partecipazione attiva degli ascoltatori, e sarà possibile inoltre, essendo una web radio, guardarla anche in streaming.»

Stefano Colasurdo

Stefano Colasurdo

Classe '91, diplomato al liceo scientifico e laureando in scienze politiche all’università Orientale di Napoli. Le sue grandi passioni sono la scrittura, lo sport e la storia. Determinato, volenteroso, ama il giornalismo e la Verità.
Stefano Colasurdo

Leave a comment