Musica. Festival “femin’arte” con Flo, EbbaneSis e SesèMamà

NAPOLI – Il festival “femin’arte”, dopo lo straordinario successo dell’anno scorso a Sant’Agnello in penisola sorrentina, torna stavolta al Maschio Angioino per “Estate a Napoli”.

In calendario dal 19 al 5 agosto alle ore 21:30, la manifestazione propone per il pubblico napoletano e i tanti turisti in città tre spettacoli con tutte donne protagoniste capaci di raccogliere alcune fra le migliori espressioni musicali e artistiche femminili nazionali e internazionali. Per tutti un momento di spettacolo di grande qualità e interesse in grado di spaziare dal jazz alla etno world music fino alla musica folk e alla classica napoletana rivisitata in chiave swing.

Patrocinato dal Comune di Napoli e organizzato dalla “ProCulTur” con la direzione tecnica della “SoundFly” il festival “femin’arte” partirà venerdì 19 luglio con Flo accompagnata da Federico Luongo e il concerto “Bugie, preghiere e altre cose irreversibili”.

Si prosegue venerdì 26 luglio con le “EbbaneSis”, Viviana Cangiano & Serena Pisa con il concerto “SerenVivity”.

Lunedì 5 agosto, infine, a chiudere il tris di serate, saranno le “SesèMamà” il popolare gruppo di quattro artiste napoletane ognuna con un proprio percorso già affermato e consolidato, formato da Brunella Selo, Elisabetta Serio, Annalisa Madonna e Fabiana Martone, con il concerto “Senza paura”.

Il duo composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa, le “EbbaneSis”, è nato sul web con un progetto musicale che in breve tempo è diventato un grande successo mediatico con oltre 150.000 followers da ogni parte del mondo, attraverso la rivisitazione di brani classici della canzone napoletana e internazionali (ultimo, in ordine di tempo, il successo di Bohemian Rhapsody dei Queen che ha registrato sul web oltre 2 milioni di visualizzazioni). Le “SesèMamà”, infine, ossia le già affermate artiste Brunella Selo, Elisabetta Serio, Annalisa Madonna e Fabiana Martone, vantano grandi esperienze con collaborazioni prestigiose di livello internazionale, unite in un progetto musicale variegato che va dal chorinho brasiliano al jazz, dalla melodia napoletana al folk italiano e ai brani originali del loro repertorio

Antonio Perreca

Leave a comment