Formia. La villa di Acquatraversa concessa a tre associazioni

FORMIA – Dopo un attenta valutazione dei progetti presentati dalle 7 associazioni che hanno risposto al bando per la concessione dell’immobile confiscato alla camorra in Via Acquatraversa, il Comune di Formia lunedi 20 febbraio 2017, alle ore 12:00 tramite conferenza stampa, ha comunicato quali associazioni si sono aggiudicate la concessione della villa: ad avere il punteggio più alto in graduatoria sono state L’Aquilone onlus, Nuovo Orizzonte coop.sociale e la Coop.sociale Alternata SI.LO.S onlus, che insieme, sotto forma di A.T.I (Associazione Temporanea d’Impresa), hanno partecipato al bando per l’affidamento della gestione del fabbricato.

Importanti sono stati gli interventi del Dott.Gentile, responsabile dell’associazione Aquilone, che si è detto emozionato a gestire, insieme alle altre associazioni, un luogo che diventerà un punto di aggregazione permanente per tutte le persone in difficoltà, con il fine di emancipare e favorire la valorizzazione delle persone emarginate, definendola un’occasione formidabile per la comunità formiana. Successivamente Federica Marciano, Presidente della cooperativa Alternata, che da 10 anni è attiva nel territorio regionale e dal 2013 si occupa di accoglienza e integrazione di cittadini richiedenti asilo e protezione personale nella provincia di Latina, ha voluto sottolineare che i fondi pubblici destinati ai rifugiati e ai richiedenti asilo verranno utilizzati per poter sostenere economicamente l’immobile, guardando a questo primo grande progetto, in sinergia con altre associazioni presenti sul territorio, come motivo di crescita sociale e culturale della città, auspicando ulteriori collaborazioni con tutti gli altri enti presenti sul territorio, che come singoli molto spesso non hanno una sede. Inoltre ha spiegato le quattro macro aree di intervento previste: accoglienza di donne rifugiate con bambini, ragazzi con disabilità, attività professionalizzanti con percorsi laboratoriali, e attivazione di sportelli di ascolto e gruppi di mutuo soccorso.

A chiudere la presentazione delle associazioni è stata Antonella De Luca, Presidente della cooperativa Nuovo Orizzonte, nata dalla collaborazione tra docenti dell’Istituto Alberghiero A.Celletti di Formia e da alcuni genitori, i quali si sono accorti della mancanza di un percorso integrativo volto all’inserimento nel mondo della scuola e poi del lavoro delle persone diversamente abili, la quale ha rimarcato l’unicità del progetto.

Infine il Sindaco, Sandro Bartolomeo, ha ricordato che la durata della concessione sarà di sei anni e dopo tale termine verrà effettuata una valutazione sull’operato delle associazioni, decisiva per il rinnovo di tale concessione, che non scatterà in maniera automatica. In conclusione ha ringraziato tutti coloro che si sono occupati del bando e ha augurato buon lavoro alle associazioni.

Emanuela Conte

Blogger, da sempre interessata agli avvenimenti politici in Medio Oriente. Ha studiato giurisprudenza e ha una passione per la scrittura.
Emanuela Conte

Leave a comment