Turismo. La nuova stagione dei Campi Flegrei

NAPOLI – I progetti proposti dai Campi flegrei danno il via ufficialmente alla stagione estiva del Parco archeologico dei Campi flegrei. Si darà spazio all’arte, alla cultura e alla conoscenza nella bellissima Cuma, nel Castello di Baia e nelle incantevoli Terme Romane del Macellum e nello Stadio Antonino Pio. Prenderanno luogo tour guidati, teatro, spettacoli, musica e danza e non mancheranno giri in canoa e giochi di gruppo. Saranno serate all’insegna della bellezza e del divertimento.
Si parte da Cuma, Città Bassa, aperta straordinariamente con ingresso al costo di 1 euro, con il Pozzuoli Faber Jazz Festival, che ci terrà compagnia anche nelle prossime settimane alle Terme di Baia e al Museo archeologico dei Campi Flegrei, con aperture serali e spettacoli dal vivo.

Tra i tanti eventi il 18 luglio al Macellum c’è “Colonne sonore”, lo spettacolo di musica con “The Modern Movie Classic Orchestra”, in collaborazione con Premio Civitas, per inaugurare il primo impianto di light design del Parco.

A settembre, poi, seguono le aperture straordinarie con delle visite teatralizzate allo Stadio Antonino Pio.

L’estate del PaFleg termina con grandi appuntamenti: “Efestoval – Festival dei Vulcani”, la rassegna di teatro itinerante dei Campi Flegrei, con la direzione artistica di Mimmo Borrelli al Castello di Baia e a Cuma; e con Malazè, la kermesse archeoenogastronomica dedicata alle tipicità flegree.

Con queste proposte di contenuto e di qualità  si vuole catturare un pubblico eterogeneo. Le tante idee e vari progetti hanno lo scopo di avvicinare un numero di visitatori sempre maggiore all’incantevole Terra del Mito, dando la visibilità che merita, rafforzandone il valore

Antonio Perreca

Leave a comment