Arte. A Nola il “Capitolo XII – Passages” di Dino Izzo

NOLA – Venerdì 5 ottobre alle ore 18:30 sarà inaugurata, presso la galleria Spazio Amira in Via San Felice 16,  la mostra di Dino Izzo intitolata “Capitolo XII – Passages”, a cura di Rita Alessandra Fusco. La mostra racconterà alcuni aspetti dell’arte di Dino Izzo: segni, intuizioni, foto, sensazioni, volti, contaminazioni.

Saranno esposte opere della copiosa produzione dell’artista che, partendo da una attenta e personale riflessione sull’insufficienza espressiva della parola e sull’usura dell’immagine nel tempo, ha creato da segni spontanei e da forme intraviste in essi un vero e proprio linguaggio diretto, immaginifico, che nel corso degli anni ha raggiunto sempre più consapevolezza attraverso opere, sculture, installazioni, video, testi.

Il mondo di Dino Izzo racchiude un mondo leggero ma attento, fantasioso e reale, impercettibile e presente allo stesso tempo, dove il segno è principio di un concetto pronto a evolversi; un passaggio tra lo spunto per l’azione e l’azione stessa. Laddove la parola dirige il significato di quello che diciamo e che pensiamo, il segno crea un nuovo modo per poter scrivere una storia, attraverso un linguaggio personale, immaginifico e immaginato. Se ci fermiamo un attimo a riflettere, infatti, immaginazione e immagine sono due concetti molto diversi tra loro, seppure i due termini abbiano la stessa radice: l’immagine definisce confini delineati, l’immaginazione suggerisce il modo per poterli demolire o quantomeno per crearne dei nuovi. E allora, ad esempio, una foto sfocata può raccontarci molteplici sfumature di un soggetto, le foto dall’alto della costa caprese possono ricordarci quanto l’infanzia non ci abbia mai abbandonati, fortunatamente, del tutto; e le cime, che solitamente nel nostro immaginario sono così alte e impervie, si possono addirittura rimpicciolire e catalogare; e gli uccelli possono rimanere in cielo pur non essendo in volo.

Alle ore 20:30 inoltre sarà presentato “Traduzioni”, un reading di componimenti inediti dell’artista, con traduzioni di testi di scrittori e critici d’arte famosi su alcuni celebri artisti, in lingua napoletana.

Dino Izzo è nato a Napoli nel 1948. Espone in Italia e all’estero dal 1975. E’ tra i fondatori del gruppo Virus di Napoli. Nel 1994 ha fondato lo spazio 1220.

Leave a comment