Violenza sulle donne. A Melito l’incontro “Diamante”

NAPOLI – Sabato 25 novembre alle ore 10.30, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, si terrà l’evento “Da donna a Donna, violenza di genere e prevenzione”, organizzato dall’associazione senza scopo di lucro “Diamante”. L’incontro, che avrà luogo presso la libreria e spazio giovanile “Scugnizzeria”di Melito di Napoli, avrà lo scopo di sensibilizzare i cittadini e gettar luce sul tema sempre attuale della violenza di genere.

Combattere la violenza, il silenzio e la paura, illuminando il problema, questo è lo scopo di tantissime associazioni che operano nel sociale e provano a contrastare i femminicidi, le violenze domestiche, le molestie, lo stalking. Tra queste, anche l’associazione “Diamante”, nata a settembre di quest’anno grazie alla volontà di diversi cittadini, che hanno deciso di mettere insieme gli intenti e affermare la propria presenza sul territorio attraverso la promozione di attività culturali e sociali, facendo volontariato e unendo la propria competenza a quella di altre associazioni che operano nell’area nord di Napoli.

Durante la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, l’associazione ha organizzato un incontro per porre al centro la discussione. L’evento, moderato dal Dott. Salvatore Isaia, Presidente della FederSociale, e a cui parteciperanno l’On. Michela Rostan, Commissione Giustizia Camera dei Deputati; il presidente dell’associazione “Diamante” Antonio Zaccariello; e il vicepresidente dell’associazione “A.N.V.U” Luigi Leonardi, vedrà numerosi interventi di chi, nelle diverse figure professionali, ha acquisito in merito una preziosa esperienza e contrasta quotidianamente episodi di violenza, come la Dott.ssa Immacolata Dell’Aversana, psicologa e mediatrice familiare; l’avv. Maurizio Zuccaro; il Capitano Gabriele Lo Conte, Comandante dei Carabinieri della Compagnia di Marano; Alessandra Gallo, presidente FormaTime; Rosario Esposito, presidente de “La Scugnizzeria”.

Durante l’incontro verrà ufficializzata l’apertura di uno sportello antiviolenza presso cui i cittadini, due volte a settimana, in forma anonima, potranno recarsi e raccontare le proprie esperienze e problematiche, anche a livello familiare.

Per l’occasione abbiamo intervistato Antonio Zaccariello, presidente dell’associazione “Diamante”.

Quanto è importante operare sul territorio di Melito?

«Agire su questo territorio è fondamentale; ci sono davvero poche attività legate al sociale, praticamente nulla. La nostra è una realtà difficile, ci sono problematiche legate alla camorra, alla malavita e noi abbiamo sentito il bisogno di provare a costruire qualcosa per una zona che è allo sbando. Nella speranza, ovviamente, che l’idea funzioni.»

Ulteriori informazioni sull’incontro?

«L’idea di fondo, cogliendo l’occasione della giornata interazione contro la violenza sulle donne, è di riunire le esperienze e le conoscenze di chi in prima persone ha a che fare con questo tema, permettendo ai cittadini di ascoltare direttamente le loro testimonianze. Noi riteniamo che siano molte le persone che per paura si nascondono e crediamo sia arrivato il momento che escano fuori, con forza, con l’aiuto di persone competenti. Vogliamo che questo, come anche altri temi, e le relative discussioni, siano presenti sul nostro territorio. In aggiunta, questo evento è il risultato della collaborazione con altre associazioni; unire le forze, aggregarci in un territorio complicato, può portare al compimento del progetto, al bene comune.»

Quali le attività dell’associazione?

«La nostra è un’associazione nata da poco; stiamo svolgendo un’attività di monitoraggio sul territorio e abbiamo raccolto già alcune richieste dei cittadini: in tanti vorrebbero partecipare in maniera attiva alla vita politica del Comune, noi abbiamo mandato una richiesta protocollata all’Amministrazione per avere una diretta streaming dei Consigli Comunali; stiamo raccogliendo molte segnalazioni a proposito della viabilità di Melito, che è praticamente assente. Al riguardo stiamo raccogliendo e raccoglieremo foto e documentazioni così da testimoniare e denunciare lo stato in cui versa il territorio. Per il periodo natalizio stiamo provvedendo, attraverso banchetti e iniziative, a una raccolta di generi di prima necessità da devolvere alle famiglie più bisognose della zona. Inoltre stiamo ragionando su tante altre attività da proporre prossimamente.»

Dario Quattromani

Studente al corso di “Scienze Politiche e Relazioni Internazionali”, nutre un forte interesse nei confronti della politica e del mondo della comunicazione. Sin da piccolo è appassionato di tecnologia, musica e letteratura.
Nel tempo libero ama leggere e scrivere, soprattutto racconti.
Dario Quattromani

Leave a comment