Territorio. Tra il Vomero e Posillipo, Via del Marzano è ancora abbandonata

NAPOLI – Alla data del 2 maggio 2018, Via del Marzano, situata nel quartiere Posillipo della Municipalità I di Napoli, versa in condizioni disastrose. Dagli inizi del 2015 il crollo di un muro ha interrotto un tratto di strada per la circolazione dei veicoli, generando enormi disagi per la popolazione residente. In seguito al crollo, nonostante i numerosi solleciti dei cittadini alle istituzioni competenti, lo stato della strada si è aggravato in più punti a causa dei mancati interventi di manutenzione.

Via del Marzano è un’antichissima strada che collega la collina del Vomero e gli insediamenti abitativi di Posillipo, è lunga circa 3 km e si estende parallelamente a Via Manzoni, da cui si accede dai pressi di Villanova o all’altezza della Torre Ranieri. Già meta turistica per itinerari naturalistici, negli ultimi anni la strada è visibilmente abbandonata, malgrado da circa due decenni rientri nel centro storico, come indicato dal piano regolatore generale della città di Napoli. La strada si sviluppa tra antichi muri di controripa a monte e muri di scarpa a valle, ma a gennaio del 2015 un muro di tufo crollò, impedendo il transito per la strada. Da allora ha avuto inizio il calvario dei residenti: “Le macerie vennero spostate all’ingresso della curva, poco distante il luogo della frana, bloccando la viabilità in attesa dei lavori di ripristino”, afferma la signora Maria Luisa De Cristofaro, da anni impegnata nel tentativo di restituire decoro alla strada. Durante il nostro sopralluogo la signora ci ha raccontato la lunga storia di Via del Marzano: nel 1997 franarono due muri, uno dei quali adiacente a quello crollato nel 2015, e per un po’ di tempo alcuni residenti rimasero nell’impossibilità di spostarsi dalle loro case con i veicoli. Il Comune di Napoli eseguì i lavori di ricostruzione ripristinando la viabilità, ma compiendo delle opere esteticamente poco coerenti con il principio di valorizzazione di un’area storica. Nel 2015 si è ripetuto lo stesso genere di crollo, ma senza l’intervento del Comune, da allora è in corso un contenzioso giudiziario tra il Comune e il proprietario del fondo in cui si è verificato il crollo, al fine di individuare le responsabilità nella ricostruzione del muro.

Nel frattempo che si concluda la diatriba giudiziaria, i residenti da tre anni lamentano disagi: le persone che abitano più vicine a una delle due uscite sono costrette a fare tutto il giro; a volte le ambulanze hanno avuto difficoltà nel fare inversione di marcia, per la carreggiata stretta, e hanno dovuto rifare tutto il percorso perché impossibilitate a raggiungere l’uscita più vicina Via Manzoni, dove è situato l’ospedale “Fatebenefratelli”. Dall’ultimo crollo è aumentato il dissesto in molti punti del percorso stradale e si è azzerata la manutenzione: alcuni residenti hanno dovuto sostituire ruote e cerchioni dei loro veicoli a causa delle profonde buche, motivo per cui soprattutto le persone anziane corrono un pericolo serio a ogni loro passo.

Lungo la strada ci sono altri muri di controripa, proprio come quelli crollati: uno di questi è adiacente a quello franato nel 2015. I muri in tufo, antichissimi, sono visibilmente provati dall’erosione naturale e necessitano manutenzione accurata. Una parte di Via del Marzano, in cui rientra anche il tratto chiuso alla circolazione, è addirittura sprovvista di rete fognaria: non esiste un sistema di drenaggio efficiente delle acque e in alcuni punti, come nel luogo dell’ultima frana, le caditoie sono sepolte da terra e vegetazione, ulteriore fattore che incide sull’erosione dei muri e sulla probabilità di futuri crolli. Al riguardo, nel 1997 la signora Maria Luisa e altri residenti presentarono un progetto fogne all’ufficio fognature del Comune: il progetto venne approvato, ma i lavori non sono mai iniziati.

Da febbraio 2015 alcuni residenti hanno intensificato il dialogo con la Municipalità I e con l’Assessorato alle infrastrutture, tentando di aprire una corrispondenza anche con il Sindaco, ma dopo tre anni Via del Marzano è ancora in attesa degli interventi necessari a ripristinare una situazione normale e decorosa per una strada del centro storico cittadino.

Tullio Nese

Tullio Nese

Salernitano classe '89, laureando in Studi europei all’Università Federico II di Napoli. Ama leggere, curiosare e impiegare produttivamente il suo tempo libero. Sogna di viaggiare in posti improbabili e avere storie interessanti da raccontare.
Tullio Nese

Leave a comment