Solidarietà. Il Gran Galà dell’AVEP Onlus

NAPOLI – Mercoledì 14 giugno, presso il Circolo Rari Nantes Napoli a Santa Lucia, è stata presentata la nuova edizione dell’evento solidale intitolato “Gran Galà di beneficenza”, organizzato dal Lions Club Portici Miglio D’oro a sostegno dell’associazione Onlus AVEP, Associazione Volontari Ematologia Pascale, preseduta da Francesco Orefice. L’evento si svolgerà venerdì 16 giugno alle ore 21:00 a Villa Signorini, a Ercolano, una suggestiva dimora storica del ‘700. Il programma prevede un momento di degustazioni, musica, spettacolo e intrattenimento, con cabaret e sfilate di moda.

I proventi della serata di beneficenza saranno devoluti al reparto ematologia dell’ospedale Pascale, i cui medici avvieranno un progetto di assistenza domiciliare gratuita per i degenti meno abbienti. L’associazione A.V.E.P opera in convenzione con il Dipartimento Ematologico della Fondazione Pascale di Napoli, ed è gestita da persone che hanno affrontato personalmente malattie del sangue. Nasce nel 2009 con l’obiettivo di promuovere ed erogare servizi, assistenza e strumenti gratuitamente al domicilio del paziente, per contribuire al mantenimento del massimo livello possibile di benessere, salute e funzione.

Al Resp. del reparto oncoematologia dell’Istituto G. Pascale, dott. Ferdinando Frigeri, abbiamo rivolto le nostre domande.

Come nasce il connubio con l’associazione AVEP?

«Nel territorio regionale della Campania non esiste un servizio di Assistenza Domiciliare gratuito erogato mediante personale di strutture ospedaliere e quindi, con il supporto di un nutrito comitato organizzatore, noi medici del Pascale abbiamo deciso di fare assistenza sanitaria fondando l’associazione AVEP, per finanziare programmi di miglioramento organizzativo e strutturale del Reparto di Ematologia della Fondazione Pascale di Napoli».

In dettaglio, qual è il fine dell’evento?

«La nuova edizione rappresenta un’occasione conviviale e solidale, in cui il nobile obiettivo della manifestazione sarà raccogliere fondi per la ricerca e per garantire un supporto all’attività di assistenza domiciliare ai pazienti in cura presso il reparto di Ematologia della Fondazione Pascale di Napoli, in cui verrà attivato un programma di chemioterapia per i pazienti fragili che non possono raggiungere facilmente l’ospedale, e ciò consente di somministrare cure a un maggior numero di degenti».

In cosa consiste l’assistenza domiciliare?

«L’A.V.E.P. Onlus con l’associazione domiciliare mira a diminuire il tempo di permanenza media del paziente in reparto. Finanziare l’assistenza domiciliare ai pazienti affetti da patologie ematologiche è uno dei modi più efficaci per migliorare la qualità della vita di coloro che devono sopportare lunghissime degenze; usufruendo inoltre del potenziamento dell’assistenza psicologica, con l’ausilio di personale qualificato si tende a evitare il sentimento di abbandono e smarrimento che può svilupparsi nei pazienti all’inizio del percorso di assistenza a domicilio. Il paziente sarà seguito a domicilio dagli stessi medici e infermieri che ha conosciuto nel reparto e che seguono il suo iter clinico».

Print Friendly
Chiara Arciprete

Chiara Arciprete

Napoletana classe '97, diplomata in grafica e comunicazione. A 15 anni si immerge nel mondo della musica, e riesce a far coincidere la passione per il canto e la scrittura, a 18 anni pubblica il suo primo romanzo: “Contro i miei occhi”. Da sempre aspira a diventare giornalista.
Chiara Arciprete

Leave a comment