Salute. A Nola la maratona per sostenere la Breast Unit del Cardarelli

NOLA – Domenica 9 settembre, nel centro della città “bruniana”, per la prima volta si è svolta una ‘corsa’ lungo un percorso di 3 km, un evento sportivo ma non competitivo, partito da Piazza Duomo per poi attraversare vari punti della città.. L’iniziativa è stata organizzata dal megastore Expert Parente e dall’associazione Nola Running e oltre mille persone vi hanno partecipato, riunite da una giornata di raccolta fondi e sensibilizzazione sul tema del tumore della mammella. Madrina dell’evento di solidarietà è stata Angela Carbone, giovanissima paziente che solo pochi mesi fa ha completato il suo percorso di cura.

In tanti hanno acquistato il kit messo a disposizione dagli organizzatori, composto da una maglietta e il cappellino arancio, per la cifra simbolica di 5 euro: fondi devoluti alla LILT, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Napoli, e destinati alle attività per lo studio del tumore alla mammella, della Breast Unit dell’azienda ospedaliera Antonio Cardarelli di Napoli. Al riguardo si segnala che negli ultimi due anni, grazie alla ricerca e alla prevenzione, il Cardarelli ha diagnosticato circa 325 tumori, di cui 248 operati.

La manifestazione si è articolata in una lunga passeggiata e in un momento di condivisione nella Chiesa dei Santi Apostoli, dove l’oncologo Nando Riccardi ha fatto conoscere a tutti la realtà della Breast Unit partenopea. Al termine c’è stato un punto informazione con un team di esperti che ha ribadito l’importanza della prevenzione, grazie ai passi fatti negli ultimi anni dalla diagnostica e dalle terapie.

Al riguardo abbiamo raccolto la testimonianza di Angela Carbone: «Per me condividere l’esperienza vissuta è anche un modo di onorare il lavoro di quanti mi hanno aiutata con passione e cura. Il risultato raggiunto è il frutto di un lavoro di squadra che ha ben compreso l’importanza della prevenzione e della ricerca. Ecco perché non posso non ringraziare quanti hanno creduto in questo progetto. Questa passeggiata, questa giornata, è stata aperta a tutti, perchè ci riguarda tutti. Non è un problema al femminile. Insieme possiamo vincere.».

Serena Costantino

Serena Costantino

Napoletana classe '83, psicologa e teatroterapeuta di orientamento buddista, ha fatto di una malattia il suo punto di forza, dell'arte il suo mezzo di espressione. La sua missione nella vita è aiutare le persone a essere felici.
Serena Costantino

Leave a comment