Salute. A Napoli il convegno per l’umanizzazione delle cure

NAPOLI – Mercoledì 10 e giovedì 11 ottobre 2018, nella sala formazione del distretto 28 dell’ASL Napoli 1 centro, in Viale della Resistenza 25, si svolgerà a partire dalle ore 08:00 il convegno “Professionalità in dialogo nella sanità che cambia“, che in veste di formazione ECM per gli operatori del distretto di Scampia e non solo, vede come obiettivo l’adeguamento degli operatori sanitari alle trasformazioni dell’organizzazione del sistema sanitario in atto, a vantaggio dell’equilibrio sociale e del benessere dei cittadini.

L’azione comunicativa è finalizzata all’inclusione dei pazienti cronici nei percorsi diagnostico terapeutico assistenziali PDTA, a garanzia di una presa in carico della persona, al centro di un’attenzione socio sanitaria a 360° e della costituzione di un poliambulatorio avanzato verso le UCCP e la casa della salute: tutto parte da un processo integrato multidisciplinare dove le diversità imparano a dialogare, iniziando dal lavoro di frontiera nelle periferie difficili.

Il corso ha come obiettivo l’adattamento degli operatori alle nuove proposte assistenziali e all’attivazione di comportamenti a esse funzionali, e ancora all’integrazione dei saperi e degli interventi per la realizzazione dei PDTA, per l’implementazione delle UCCP, e per l’appropriatezza prestazionale indicata nei LEA.

Le professionalità sanitarie impegnate nel percorso Territorio Ospedale sono chiamate a reinterpretare la loro presenza nella pratica clinica e nella promozione della salute per il benessere dei cittadini, in particolare alla luce dei bisogni della periferia, attraverso il dialogo e l’armonizzazione delle diversità: integrazione inter e multi professionale alla luce degli aspetti relazionali, comunicazionali verso l’umanizzazione delle cure.

Questi i relatori del convegno: Dott.ssa Mariagrazia Arneodo, Opera Don Guanella, Roma; Prof. Liberato Berrino, Dipartimento di Medicina Sperimentale, Università “L. Vanvitelli”, NA; Dott. Riccardo Bosi, Specialista Ambulatoriale Pediatra ASL Roma 1 e Roma 2 Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà (INMP), Roma; Dott.ssa Flavia Caretta, Centro di Ricerca per la Promozione e lo Sviluppo dell’AssistenzaGeriatrica, Università Cattolica Sacro Cuore, Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli”,Roma; Dott.ssa Elena De Rosa, Direzione Sanitaria Distretto 28 ASL NA 1 Centro, Napoli; Prof. L. Aldo Ferrara, già Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia, Università degli Studidi Napoli “Federico II”, Napoli; Dott. Fulvio Freda, U.O.C. di Chirurgia e Fisiopatologia Oncologica, Dipartimento di ScienzeMediche, Chirurgiche, Neurologiche, Metaboliche e dell’Invecchiamento, Università “Luigi Vanvitelli”, Napoli; Dott.ssa Loredana Lentini, A.O. di Rilievo Nazionale “S. Anna e S. Sebastiano”, Caserta; Dott. Marcello Mancini, Direttore Istituto di Biostrutture e Bioimmagini C.N.R., Napoli; Dott. Teodoro Marotta, Specialista Ambulatoriale Internista, ASL NA 1 Centro, DS 28 e 31, Napoli, ASL Salerno, DS 63, Maiori (SA); Dott. Alberto Marsilio, Medico di Famiglia, Geriatra, Azienda ULSS 13, Mirano (VE); Dott. Spartaco Mencaroni, Direzione Medica di Presidio, Ospedale San Luca, ASL Toscana Nord Ovest, Lucca; Dott. Tommaso Montini, Pediatra di Libera Scelta, Distretto 25, ASL NA 1 Centro, Napoli; Dott. Raffaele Nicois, Medico di Medicina Generale, Distretto 28, ASL NA 1 Centro, Napoli; Dott.ssa Concetta Paolello Oncologia, Ospedale Santa Maria di Ca’ Foncello Azienda ULSS 2 – Marca Trevigiana (TV); Dott. Beniamino Picciano, Direttore Responsabile Distretto 28, ASL NA 1 Centro, Napoli; Dott. Arcangelo Russo, Ospedale Anna Rizzoli, Lacco Ameno (NA); Dott. Antonio Sardu, Medico di Medicina Generale, Distretto 28, ASL NA 1 Centro, Napoli.

Leave a comment