Napoli. Alla scoperta di Forcella

NAPOLI – Sabato 25 maggio dalle ore 10:00 alle 13:00 avrà luogo la seconda visita guidata a Forcella, organizzata dall’Associazione Annalisa Durante in collaborazione con le associazioni Manhallart e Avventura di latta. Il percorso prevede la partenza dalla biblioteca a porte aperte “Annalisa Durante”, passando per le chiese di S. Agrippino e S. Maria a Egiziaca, il complesso monumentale della SS. Annunziata, con sosta in particolare alla ruota degli esposti, risalendo poi per fino al Teatro Trianon, punto di arrivo del giro. I visitatori potranno vivere esperienze gastronomiche degustando prodotti tipici napoletani e visitare le botteghe artigiane, che mostreranno i loro lavori. Al riguardo abbiamo rivolto le nostre domande a Marco Cecere, l’architetto che dirigerà quello di Avventura di latta.

Ci racconta l’Avventura di latta?

«Da un’idea dell’architetto, designer, Compasso d’oro alla Carriera, Riccardo Dalisi, il Laboratorio L’Avventura di latta nasce a Napoli nel 2013, come costola dell’Associazione Samb & Diop, in Via Tribunali 188, nella Chiesa Santa Maria del Rifugio, presso il Centro Missionario Diocesano. Impegna circa 10 migranti di origine africana, divisi tra rifugiati politici ed extracomunitari. Nel laboratorio si lavorano metalli poveri per la produzione di oggetti di design: gioielli, lampade, vasi.

Su mio disegno i migranti hanno realizzato, per le festività natalizie del 2015 l’Albero a vela (4 metri di altezza) per la hall del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo; per la Pasqua 2016 il Vesuvio della Pace; per il Natale 2016 il Vesuvio con la Stella cometa.

Avventura di latta ha vinto il primo premio al Concorso Go Sud 2017, bandito dal Gruppo del Mezzogiorno dei Cavalieri del lavoro per le regioni meridionali. Il lavoro “Iside alata”, ispirato alla Collezione Egizia del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, è stato ritenuto il più bell’oggetto di merchandising museale tra i 26 in competizione.»

Cosa produce il Laboratorio?

«Il Laboratorio produce innumerevoli manufatti di arredo: lampade da esterno e da interno, svuota-tasche, portacandele, portapenne, vasi. Ogni anno realizza almeno 4 nuove linee di ciondoli. Personalità del mondo delle istituzioni indossano le creazioni dell’Avventura di latta.»

Serena Costantino

Napoletana classe '83, psicologa e teatroterapeuta di orientamento buddista, ha fatto di una malattia il suo punto di forza, dell'arte il suo mezzo di espressione. La sua missione nella vita è aiutare le persone a essere felici.
Serena Costantino

Leave a comment