Musica. Il 20 maggio ultimo appuntamento con Federimusica

NAPOLI – Venerdi 6 maggio alle ore 18:00 il Maestro Pasquale Iannone si è esibito in un concerto di musica classica all’intero della chiesa dei Santi Marcellino e Festo, il concerto si è inserito all’interno del più ampio progetto “Federimusica”.

Volge al termine la II edizione del progetto Federimusica, organizzato dall’Università degli Studi di Napoli Federico II in collaborazione con A.Di.S.U., l’Azienda per il Diritto allo Studio Universitario Federico II. Federimusica propone un percorso di concerti universitari tenuti da pianisti già affermati nel circuito internazionale e da giovani promesse, offrendo loro un’opportunità di visibilità e al contempo uno spazio di aggregazione per gli studenti, coinvolti nelle vesti di spettatori e protagonisti.

Il concerto che si è tenuto venerdì ha visto come protagonista il Maestro Pasquale Iannone, pianista italiano diplomatosi al Conservatorio “Piccinni” di Bari con il massimo dei voti e la lode, e al Royal College of Music di Londra con il Diploma d’Onore. Il concerto è stato suddiviso in due atti: il primo ha visto la riproposizione delle musiche di Schubert e Chopin, mentre il secondo atto ha deliziato il pubblico con le note di Rachmanovic e Rosenthal. Il connubio che è nato dalle note del pianoforte e dalla splendida location offerta dalla chiesa dei Santi Marcellino e Festo ha creato un’armonia unica nel suo genere, dando la possibilità ai presenti di poter ammirare due perle del panorama artistico e musicale italiano. Al riguardo segnaliamo che il progetto Federimusica ha in programma ancora un concerto, che si terrà sempre all’interno della suddetta chiesa in data 20 maggio, per l’occasione si esibirà il Maestro Simone Pedroni, che proporrà musiche di Debussy, Liszt e Williams.

Essendo il progetto nato in favore degli studenti, gli iscritti all’Università Federico II potranno assistere alla performance gratuitamente, mentre il resto del pubblico dovrà pagare una quota di 10 euro. Il Dipartimento di Studi Umanistici riconoscerà crediti formativi agli studenti che hanno seguito la stagione concertistica di Federimusica 2015/2016.

Daniele Amelino

Laurea in scienze politiche. Affascinato da culture straniere, in particolare dall'arte e la cultura asiatica, è convinto sostenitore della globalizzazione culturale. Ha una grande passione per gli animali, nel tempo libero si diletta tra matite, pennelli e musica.
Daniele Amelino

Leave a comment