Musica. Diego Leanza ne “La stanza dei giocattoli”

NAPOLI – Venerdì 29 aprile, alle ore 11:30 del mattino in un locale di Napoli adibito a comitato elettorale in Via Santa Brigida, è stato presentato il secondo disco del cantante rock Diego Leanza.

“La stanza dei giocattoli”, questo il titolo dell’ultimo lavoro del chitarrista cantante, è un prodotto originale tra il genere Rock e il Punk, che da tempo mancava nel panorama musicale della città partenopea. Diego Leanza infatti, che insieme a Giancarlo Tommasone (Cantante degli “Hello’s Punk” – ndr) ha dato vita all’etichetta Studio8, ha rivitalizzato coraggiosamente questi due stili musicali.

Dodici tracce sono contenute nell’album, di cui undici pezzi inediti e una cover, quella di “In prigione in prigione”, da cui è stato tratto anche un videoclip con Leanza che duetta con Edoardo Bennato. Il lavoro dell’artista risulta quasi maniacale nella ricerca del suono, oltre che per l’attenzione che il rocker ha dedicato ai testi.

La conferenza stampa è stata moderata dal giornalista Rocco Traisci, coadiuvato dallo stesso cantante e il coautore dei testi Giancarlo Tommasone.

Diego Leanza ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Innanzitutto ci tengo a ringraziare tutte le persone che hanno collaborato al disco, e ringrazio tutti i presenti nonostante l’insolito orario mattutino. In questo disco il genere rock sfuma in tante accezioni diverse, mettendo insieme tutte le mie esperienze musicali. I testi delle canzoni invece esprimono dei miei giudizi sulla sottile linea che divide il vero dal falso, un limite molto sottile.”. In seguito alla breve conferenza stampa sono stati mostrati due video. Uno di questi, intitolato Pistoleri del monte (Featuring Dario Sansone dei Foja – ndr), è dedicato al compianto giornalista Giancarlo Siani, di cui lo stesso Leanza ha dichiarato di averne un enorme rispetto.

Dunque arriva il momento di alzare il volume e Leanza offre il meglio di sé. Accompagnato dai musicisti Domingo Colasurdo e Lorenzo Scaperrotta, dal disco vengono estratti 5 pezzi, eseguiti con adrenalina ed energia pura. Performance terminata con uno strepitoso assolo di chitarra sulle note della canzone “Luminol”.

Stefano Colasurdo

Classe '91, diplomato al liceo scientifico e laureando in scienze politiche all’università Orientale di Napoli. Le sue grandi passioni sono la scrittura, lo sport e la storia. Determinato, volenteroso, ama il giornalismo e la Verità.
Stefano Colasurdo

Leave a comment