In Siria, esecuzioni dello Stato Islamico

ALEPPO – Lo Stato Islamico ha da poco rilasciato una nuova registrazione video, nella quale vengono selvaggiamente uccisi dei sunniti siriani. Il video, pubblicato poche ore fa in internet, mostra la decapitazione di un siriano accusato dall’IS, Islamic State, di volersi unire all’esercito siriano. Questo è quanto riportato nella descrizione che accompagna il video, che è possibile visualizzare sul portale Vidme, sebbene la visione sia fortemente sconsigliata per la crudezza delle immagini.

L’esecuzione si è svolta ad Al Bab, nel governatorato di Aleppo, luogo controllato dallo Stato Islamico, scenario recente di pesanti scontri tra l’esercito lealista e jihadisti. Il distretto continua a fare da macabro sfondo agli eventi collegati all’IS. Dietro l’uomo, in procinto di essere decapitato, uno scenario agghiacciante: corpi di uomini decollati, imputati come il giovane in primo piano di aver espresso la volontà di arruolarsi nell’esercito siriano. Intorno a questi uomini trionfa un lago di sangue, il loro sangue, versato poco prima per mano degli esecutori dell’IS. Una mattanza crudele: tra loro si notano individui armati, civili disarmati, bambini, un pubblico vasto e variegato per uno spettacolo terrificante.

Ogni video dell’IS sembra immortalarne un risvolto sempre più sadico e brutale. La pubblicazione di questa ultima registrazione sembra essere la più agghiacciante tra quelle finora rese visibili dai jihadisti. Ricordiamo il rilascio della scorsa settimana di un video che immortalava l’esecuzione di 18 soldati siriani, girato e diretto come se fosse un film.

By Margherita Sarno

Print Friendly

Leave a comment