Gaeta e Cassino. Il programma della Notte Europea dei ricercatori

GAETA – Si svolgerà venerdì 28 settembre, presso il Castello Angioino di Gaeta e l’Università di Cassino, l’Edizione 2018 della Notte Europea dei ricercatori, iniziativa promossa dalla Commissione Europea sin dall’anno 2005, che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i Paesi europei. Nel basso Lazio, l’evento sarà organizzato dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale con il patrocinio del Comune di Gaeta e tutti eventi proposti comprendono esperimenti, dimostrazioni scientifiche dal vivo, conferenze, visite guidate, mostre, spettacoli e concerti: attività coordinate dall’Associazione Frascati Scienza, impegnata da anni nella diffusione della cultura scientifica. In Italia, sono presenti 9 progetti in 116 città.

A Gaeta le attività saranno introdotte da un convegno dedicato alla prima donna Ordinaria di Chimica a Napoli che contribuì ai progressi della disciplina: Marussia Bakunin (Krasnoiark 1873 – Napoli 1960), signora della chimica, previsto dalle ore 10:00 alle 13:00. Dunque a seguire, dalle ore 16:00 alle 18:00, “Vedere l’invisibile. Tecnologie per i beni culturali”, per scoprire come visitare virtualmente siti archeologici mai visitati o nascosti, perché impossibili da riportare alla luce. Infine dalle ore 18:00 alle 21:00, per le scuole, e fino alle ore 23:00 per il pubblico: “Come inventare il proprio futuro”, in cui l’ImprendiLab dell’Università di Cassino, in collaborazione con l’incubatore Startalia, l’associazione Gottifredo di Alatri e il Comune di Gaeta affronteranno il tema della progettazione imprenditoriale attraverso le testimonianze dei protagonisti dell’ecosistema imprenditoriale laziale, i quali presenteranno i propri strumenti e modelli imprenditoriali nati nell’Imprendilab – Laboratori per l’imprenditorialità e dell’innovazione dell’Università di Cassino e del basso Lazio.

Gli sponsor dell’Aperitivo di networking degli startup e degli imprenditori offriranno degustazioni dei loro prodotti. Saranno inoltre proposte, a tutti i partecipanti, presso il Castello di Gaeta, una serie di iniziative volte a valorizzare la scienza declinata in tutte le sue forme: fotografia, arte, imprenditorialità, beni culturali, musica, teatro e altro ancora. Inoltre, in collaborazione con l’Associazione Tesori dell’Arte di Gaeta, saranno previsti gratuitamente tour teatralizzati del Castello. Sarà presente lo Sportello Porta Futuro della Regione Lazio con un corner espositivo sul progetto Generazioni.

A Cassino invece, dalle ore 15:00 sarà possibile partecipare ai “Laboratori aperti” che si terranno in Viale dell’Università, organizzati dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica di UNICAS, con esperimenti che permetteranno ai partecipanti di comprendere fenomeni fisici della vita quotidiana e conoscere la tecnologia laser e quella digitale, come fotogrammetria e olografia. Quasi in contemporanea, alle ore 14:30, a due passi dal centro, “Il cammino dell’acqua”, che si terrà in Via Terme 5, presso il Parco Naturale Terre Varroniane, un viaggio per capire il valore dell’acqua e lo stato delle riserve idriche italiane.

Emanuela Conte

Blogger, da sempre interessata agli avvenimenti politici in Medio Oriente. Ha studiato giurisprudenza e ha una passione per la scrittura.
Emanuela Conte

Leave a comment