Cultura. Pianura ‘Mman all’arte

NAPOLI – L’arte in scena alla Casa della Cultura e dei Giovani di Pianura, dal 13 al 15 giugno con “‘Mman all’arte”, evento dedicato all’arte e le sue diverse declinazioni per dare spazio ad artisti emergenti.

Il concorso Contestimusicali grande protagonista della manifestazione culturale che, per tre giorni, ha regalato immagini, parole e suoni agli abitanti di Pianura e dintorni. Da fotografi a musicisti, artisti di ogni genere hanno avuto l’occasione di esprimersi e far conoscere al pubblico le loro creazioni. Per l’occasione abbiamo intervistato Lorenzo Sito, volontario del Servizio Civile Nazionale del Comune di Napoli nel progetto “Tutta un’altra musica”.

Che attività svolgete come volontari?

«Le attività che svolgiamo sono volte alla rivalutazione del territorio. Nel caso specifico di “Tutta un’altra musica”, ci occupiamo dei centri giovanili di tutta Napoli, della loro gestione, amministrazione e attivazione attraverso diverse attività.»

Cos’è la Casa della Cultura e dei Giovani?

«È un luogo pubblico aperto dalla mattina presto fino all’una di notte, dove i giovani possono venire gratuitamente per studiare o anche per passare il tempo in modo costruttivo: c’è la sala di registrazione “Pino Daniele”, per chi volesse incidere qualche suo pezzo; la radio online “Onda Web Radio”; FabLab, laboratorio di stampe 3D; inoltre si tengono corsi gratuiti, ad esempio io do lezioni di chitarra, Mauro Caso di batteria, Roberta Crispo di viola.»

Perché “‘Mman all’arte”?

«Abbiamo pensato alla tipica espressione napoletana “Staje ‘mman all’arte” per esprimere sinteticamente la scelta di trattare diverse espressioni artistiche. L’evento è stato organizzato da noi, volontari nel progetto “Tutta un’altra musica”, e da Articolo 45 (Associazione di promozione sociale – ndr). L’obiettivo era quello di dare spazio ai giovani con voglia di esprimersi nelle varie forme d’arte che abbiamo trattato: il 13 si è tenuta una mostra fotografica e la proiezione di alcuni cortometraggi, entrambe con opere di artisti emergenti; il 14 c’è stata una “poetry slam”, una sfida tra compositori a colpi di poesia, in collaborazione con il collettivo CASPAR; il 15 un contest musicale tra band e cantanti singoli che si sono presentati ciascuno con tre brani inediti.»

Al termine dell’ultima serata è stato decretato il vincitore del contest musicale: il cantautore Salas D’Angelo, scelto dalla giuria composta da Giacomo Russo, membro di Articolo 45 e responsabile dello studio di registrazione “Pino Daniele”; e Mauro Verde ed Emmanuele Palumbo di F2 Radio Lab, la radio ufficiale dell’Ateneo Federico II di Napoli.

Rosina Musella

Napoletana classe '98, figlia di artigiani, è cresciuta in ambiente artistico stimolante. Ama la scrittura, il teatro e la musica. Attivista per la salvaguardia dell'ambiente e degli animali, desidera trasmettere la grandezza delle piccole cose.
Rosina Musella

Leave a comment