Attivismo. Studenti restituiscono al quartiere l’area verde di Via Ernesto Ricci

NAPOLI – Domenica 2 dicembre 2018 alle ore 10:30 è stata inaugurata l’area verde di Via Ernesto Ricci a Soccavo, riqualificata da un gruppo di adolescenti della succursale dell’ISIS G. Fortunato e l’associazione CTG Turmed, nell’ambito del progetto nazionale Get up – Giovani ed Esperienze Trasformative di Utilità sociale e Partecipazione. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, Servizi per l’infanzia e l’adolescenza; promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali; e coordinato dall’Istituto degli Innocenti di Firenze. Durante l’evento sono state realizzate delle esibizioni di murales, breakdance e parkour, a cura dell’associazione CTG Turmed. Presente l’Assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli Roberta Gaeta.

Un giardino abbandonato da anni, sporco, con alberi ed erba incolta, di fronte una scuola, di fianco a un supermercato: questo era il parco di Via Ernesto Ricci fino a qualche mese fa. A causa delle pessime condizioni igieniche era impossibile per anziani, donne e giovani, soprattutto quelli che uscivano dalla scuola, sostare nell’area verde, con enorme dispiacere dei cittadini del quartiere. Poi improvvisamente qualcosa è cambiato: i residenti hanno notato giovani dipingere le panchine e le ringhiere di un bel giallo, al centro uno striscione con la scritta Get up. E a chi si fermava a chiedere, per saperne di più, i ragazzi rispondevano orgogliosi e fieri di far parte di un’associazione che, insieme ai ragazzi della scuola ISIS G.Fortunato, nell’ambito del progetto Get up, di portata nazionale, stavano riqualificando il giardino, per renderlo di nuovo vivibile, un luogo dove portare i bambini a giocare, dove sedersi e riposare magari dopo aver fatto la spesa, o dove fermarsi all’uscita di scuola per chiacchierare in allegria. Tutto questo ad opera manuale dei giovani, e attraverso appunto azioni di utilità sociale che hanno anche funzioni trasformative e altamente educative.

Dunque la mattina del 2 dicembre il giardino è stato inaugurato: giovani, uomini, donne, tutti intenti a fare murales; persone che chiacchieravano, altre condividevano da bere e da mangiare. E’ stato anche istituito un comitato di quartiere in difesa dell’area. Al riguardo abbiamo raccolto la testimonianza dell’Assessore Roberta Gaeta: «La nostra opera è già iniziata. Già il fatto che questo giardino sia di nuovo pulito, di nuovo un patrimonio naturale, ne è la prova. Le panchine già ci sono, saranno allestite strutture per bambini. Chi contribuirà a tenerlo pulito? La comunità. Il giardino è del quartiere!»

Serena Costantino

Serena Costantino

Napoletana classe '83, psicologa e teatroterapeuta di orientamento buddista, ha fatto di una malattia il suo punto di forza, dell'arte il suo mezzo di espressione. La sua missione nella vita è aiutare le persone a essere felici.
Serena Costantino

Leave a comment