Ambiente. A Formia le buone pratiche del riciclo

FORMIA – La città di Formia, Comune in provincia di Latina, in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), sabato 18 novembre ha dedicato una giornata per sensibilizzare e informare visitatori e cittadini sulle buone pratiche del riutilizzo di oggetti e del riciclo di rifiuti.

Presso piazza Vittoria, dalle ore 11:00 alle 19:00, è stato allestito Il Mercatino del Riuso e del Baratto, dove chiunque ha potuto scambiare oggetti o chiedere di riparali. L’iniziativa è stata sostenuta dalla Formia Rifiuti Zero srl e patrocinata dal Comune di Formia, e ha visto la partecipazione degli Istituti comprensivi Dante Alighieri, Mattej e Pollione, che per l’evento hanno esposto disegni, slogan e manufatti realizzati con materiale riciclato.

All’interno del mercatino, attraverso spazi informativi e laboratori, oltre alla riparazione degli oggetti gli operatori hanno voluto far conoscere e comprendere come una buona pratica, come quella del riutilizzo o del riciclo, oltre a far risparmiare può ridurre l’inquinamento ambientale, migliorando i prodotti che mangiamo e dunque la nostra qualità della vita. Durante l’iniziativa è stato distribuito gratuitamente del Compost, fertilizzante naturale ottenuto dalla parte umida della raccolta differenziata, destinato altrimenti allo smaltimento in discarica e che oggi, grazie alle pratiche ecologiche nel settore agrario, sta dando nuova vita alla terra. Pratiche ecologiche che la cittadina di Formia ha adottato, e come ha sottolineato Marianna Gambino, amministratore unico della Formia Rifiuti Zero, “è la città dove sono stati raggiunti risultati importanti di raccolta differenziata, e perciò possiamo presentare questa serie di azioni per la riduzione rifiuti e il riuso. Si tratta di temi ancora più importanti del riciclo perché riducono a monte il problema ambientale”.

La città di Formia dal 1° maggio 2015 è passata da una gestione privata dei rifiuti a una gestione pubblica, con l’obiettivo di diventare un esempio per le amministrazioni che vorranno intraprendere lo stesso percorso di gestione pubblica, ecologica e sociale dei rifiuti. Tra le scelte del Comune pontino c’è stata quella di attivare il centro comunale di raccolta rifiuti, presso via S.Maria Cerquito; e per quanto riguarda i rifiuti differenziati raccolti, di smistarli a seconda della loro composizione nei vari impianti di riciclo situati sul territorio laziale. Già nel primo anno di gestione i risultati sono stati positivi, in quanto ha portato la raccolta differenziata a un aumento del 10% rispetto agli stessi mesi dell’anno 2015, e ha fatto raggiungere alla città balneare la percentuale record del 71% di raccolta differenziata nel mese di settembre 2016.

Emanuela Conte

Blogger, da sempre interessata agli avvenimenti politici in Medio Oriente. Ha studiato giurisprudenza e ha una passione per la scrittura.
Emanuela Conte

Leave a comment